4.3 C
Reggio nell'Emilia
domenica, Febbraio 5, 2023

Al via la quarta edizione del premio letterario dedicato al noto educatore e pedagogista reggiano Loris Malaguzzi

Altre da Reggio Emilia

Share

di Redazione Cultura

E’ partita, con la pubblicazione del bando, la quarta edizione del premio internazionale Loris Malaguzzi, promosso dal gruppo culturale Fuori dal coro in collaborazione con la Pro loco di Sologno e col patrocinio del Comune di Villa Minozzo.

“Il nostro concorso letterario – rileva Anna Giorgini, portavoce degli organizzatori – è nato nel  2019 per onorare l’opera e il pensiero del noto pedagogista ed insegnante reggiano attraverso la premiazione e la divulgazione di testi che riflettano sull’educazione dell’infanzia”.

Il premio si articola in quattro sezioni. “Quella pedagogica – spiega Giorgini – propone opere in italiano o in inglese (dai racconti ai romanzi, ai saggi, dalle tesi di laurea alle inchieste giornalistiche, dai film ai cortometraggi, alle fotografie) sui temi dell’educazione, dell’interdisciplinarità e dei diritti dei bambini, pure con riferimenti storici all’esperienza reggiana e dello stesso Malaguzzi. La seconda sezione, intitolata ‘I cento Linguaggi’, è invece dedicata alle classi scolastiche, dall’infanzia alle superiori, e riguarda l’argomento dell’ambiente e dei cambiamenti climatici”.

“Nostalgia del futuro” è poi il titolo della sezione dedicata alla prosa, con racconti rivolti alle esperienze, al passato e alle aspirazioni per il domani, mentre la sezione riservata alla poesia è infine ispirata alla frase “Perché la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia”, tratta dalla canzone Sally di Vasco Rossi.

“Il maestro Malaguzzi – racconta il sindaco Elio Ivo Sassi – era di casa nella nostra montagna. Aveva insegnato a Sologno dal 1941 al 1943 e tale esperienza contribuirà ad indirizzarlo nelle sue scelte successive e nell’elaborazione del suo metodo per le scuole comunali dell’infanzia, studiato e seguito in tutto il mondo”.

Conclude il primo cittadino: “Ringraziamo i volontari solognesi che, forti delle precedenti edizioni, proseguono in questa iniziativa culturale di alto livello, che valorizza l’Appennino reggiano e l’intera provincia, e gli altri collaboratori dell’evento, da Reggio Children alla sua Fondazione, dal Parco nazionale alla Riserva di biosfera, all’azienda Iren”. Per le sezioni pedagogica, prosa e poesia gli elaborati andranno inviati entro il prossimo 30 aprile, mentre per le scuole la scadenza è a fine maggio. Il bando completo è visionabile e scaricabile, fra l’altro, sul sito del Comune villaminozzese, nella sezione cultura e territorio. Le premiazioni, come sempre,  avverranno durante la stagione estiva nel borgo di Sologno.

 

(9 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com – diritti riservati, riproduzione vietata