Presentato a Venezia il cortometraggio reggiano sull’educazione stradale

0Shares
0
0Shares

di Redazione #ReggioEmilia twitter@gaiaitaliacomRE #Sicurezza

 

Lo scorso martedì 22 ottobre, il cortometraggio dedicato all’educazione stradale creato lo scorso anno dalla Polizia locale di Reggio Emilia, in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale e il liceo artistico a indirizzo grafico Blaise Pascal, è stato presentato a Venezia in occasione della nona edizione del Forum nazionale per l’educazione stradale.

L’esperienza reggiana, fatta di collaborazioni positive tra istituzioni con lo scopo di diffondere la cultura del rispetto della vita e della sicurezza, è stata molto apprezzata dagli oltre 170 agenti di Polizia locale provenienti da tutta Italia presenti all’iniziativa, tanto che in diversi hanno chiesto di poter proiettare il cortometraggio nelle loro lezioni. Mariella Francia, vicecomandante della Polizia Locale, insieme a due agenti da anni impegnati nelle attività di educazione stradale, hanno illustrato agli addetti ai lavori la genesi del progetto. Il cortometraggio, presentato nell’aprile dello scorso anno è il terzo prodotto dal Comando di via Brigata Reggio e ha già ricevuto riconoscimenti importanti come il premio regionale Apoximeno.

Il mini film creato dai ragazzi del liceo artistico a indirizzo grafico Blaise Pascal si è liberamente ispirato ai racconti “I miti greci e la sicurezza stradale” ideati dagli alunni delle scuole primarie reggiane e poi illustrati nell’omonimo libro a fumetti dalle sapienti penne degli studenti del liceo artistico Gaetano Chierici.

Tutti i libri a fumetti e i corti sull’educazione stradale prodotti dalla Polizia locale di Reggio Emilia sono a disposizione dei cittadini. Il materiale è scaricabile dal sito della Polizia locale reggiana nella sezione dedicata all’educazione stradale.

 

 

(25 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*