Pubblicità
15 C
Reggio nell'Emilia
16.5 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo
HomeCronaca RegioneSfonda la porta a calci e pugni e ruba oggetti per 2mila...

Sfonda la porta a calci e pugni e ruba oggetti per 2mila 500 euro

Attimi di terrore per i condomini di un palazzo, quando un uomo 50enne, ha iniziato a colpire la porta di un condominio con calci e pugni nel tentativo di entrare nell’abitazione del compagno che nella mattinata dello stesso giorno lo aveva denunciato per lesioni personali. Il 50enne, non riuscendo nel suo intento, si è diretto verso l’abitazione di un vicino di casa, sfondando con calci e pugni la porta d’ingresso e riuscito ad entrare rubava un tablet, un telefono cellulare e le chiavi dell’autovettura, per un valore complessivo di circa 2.500 euro.

L’uomo è stato tuttavia rintracciato e bloccato dopo pochi minuti dai militari della stazione carabinieri di Toano, che lo hanno trovato in possesso della refurtiva poi restituita al legittimo proprietario. Per questi motivi con le accuse di furto aggravato i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Castelnovo né Monti congiuntamente ai militari della stazione di Toano hanno arrestato un cittadino dell’est Europa di 50 anni, abitante in un comune dell’appennino reggiano ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura della Repubblica di Reggio Emilia.

Gli accertamenti relativi al procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguiranno per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.

I fatti attorno alle 20 del 7 luglio. L’uomo, già noto ai militari della compagnia di Castelnovo né Monti, in quanto nella mattina dello stesso giorno si era reso responsabile di altri reati ed era stato denunciato alla Procura reggiana per maltrattamenti contro familiari o conviventi, lesioni personali gravi, porto di armi od oggetti atti ad offendere, perché in diversi episodi avrebbe maltrattato e vessato fisicamente il suo convivente, cagionandogli complessivamente lesioni giudicate guaribili in 40 giorni, inoltre, a seguito di perquisizione personale eseguita nei confronti del 50enne, lo stesso era  stato trovato in possesso di una roncola della lunghezza di 42 centimetri.

 

(8 luglio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità