Pubblicità
11.1 C
Reggio nell'Emilia
13.3 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo
HomeCopertina Reggio EmiliaAl Teatro Cavallerizza Marta Cuscunà e i suoi corvi meccatronici con "Corvidae"...

Al Teatro Cavallerizza Marta Cuscunà e i suoi corvi meccatronici con “Corvidae” per salvare il pianeta

GAIAITALIA.COM REGGIO EMILIA NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Corvidae. Sguardi di specie, venerdì 23 febbraio, ore 20.30, arriva al Teatro Cavallerizza: uno spettacolo che ci interroga sulla possibilità di realizzare una nuova armonia fra la natura e un progresso finalmente sostenibile, attraverso lo sguardo comico e disincantato di uno stormo di corvi meccanici.

Sul palco c’è Marta Cuscunà, autrice e performer di teatro visuale, in una installazione scenica, progettata dalla scenografa Paola Villani, che permette di manovrare a vista alcuni corvi meccanici attraverso un sistema di joystick e cavi di freni di biciclette. Lo spettacolo deriva dalla mini serie Corvi alla fine del mondo, nata per il programma di Rai 3 La Fabbrica del Mondo ideato da Marco Paolini e Telmo Pievani. L’idea è quella di uscire dallo schermo e arrivare in teatro, riunendo i singoli episodi che hanno come protagonisti i corvi meccanici de Il canto della caduta, attraverso i linguaggi del teatro di narrazione.

Ispirato all’antico mito di Fanes, Il canto della caduta racconta di un popolo delle Dolomiti che aveva un rapporto di alleanza con la Natura e per questo viveva in pace e prosperava. In quel “tempo più antico del tempo”, la guida del popolo era compito femminile. Poi arrivò un re straniero che iniziò una nuova epoca segnata dalla logica del dominio e della spada. Marta Cuscunà, insieme ai suoi corvi meccatronici, porta alla luce il racconto perduto di come eravamo, di quell’alternativa sociale auspicabile per il futuro dell’umanità che viene presentata sempre come un’utopia irrealizzabile. E che invece forse è già esistita.

Il pubblico sarà accompagnato a scoprire i temi al centro di ogni episodio, nel tentativo di condividere le fasi della ricerca sui contenuti scientifici e la storia di alcune figure femminili che hanno svoltato il mondo della scienza e dell’ambientalismo ma che rimangono ancora troppo poco conosciute.

Lo spettacolo, inserito nella stagione di prosa (fuori abbonamento) della Fondazione I Teatri, rientra nel programma degli eventi collaterali della Mostra “Marionette e Avanguardia” a cura della Fondazione Palazzo Magnani.

 

venerdì 23 febbraio ore 20.30
Teatro Cavallerizza
Corvidae. Sguardi di specie
di e con Marta Cuscunà

progettazione e realizzazione animatronica Paola Villani
assistente alla regia Marco Rogante
dramaturg Giacomo Raffaelli
esecuzione dal vivo luci, audio e video Marco Rogante
co-produzione Etnorama Cultura per nuovi ecosistemi, CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, Muse Museo delle Scienze di Trento, Tinaos

 

 

(20 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità