Al via il bando “Piùdiuno Reggio Emilia” per proposte culturali per la scuola 2021-2022

0
160

di Redazione, #reggioemilia

In un momento in cui tutti gli sguardi sono proiettati verso l’imminente futuro, in un’ottica di crescita e sviluppo delle attività educative e culturali, il Comune di Reggio Emilia lancia la dodicesima edizione di “Piùdiuno Reggio Emilia. Cultura per la scuola 2021-2022”, l’iniziativa che da diversi anni costituisce una risorsa fondamentale per le scuole del territorio e che contribuisce attivamente alla trasmissione del sapere, allo scambio di culture e linguaggi e alla formazione del pensiero critico.

Volendo garantire nel nuovo anno scolastico una ricca offerta di opportunità educative, che pongano le scuole al centro della comunità, il Comune di Reggio Emilia lancia un invito con avviso pubblico a diversi soggetti con sede nel comune di Reggio Emilia, come, ad esempio, società partecipate, enti pubblici vigilati e di diritto privato controllati dal Comune di Reggio Emilia, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale. L’invito è inoltre rivolto ad associazioni, riconosciute o non riconosciute, enti di carattere privato e fondazioni, costituite per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale; è rivolto anche a enti religiosi civilmente riconosciuti e a enti morali.

Per partecipare al bando, i soggetti interessati dovranno compilare in ogni parte, secondo le linee guida indicate, la modulistica presente sul sito del Comune, all’indirizzo www.comune.re.it/cultura, entro e non oltre il giorno 16 luglio alle ore 13. Per info: cultura@comune.re.it.

Il Comune di Reggio Emilia raccoglierà e selezionerà le proposte educative rivolte alle scuole di ogni ordine e grado, ma anche agli adulti, agli studenti universitari, agli insegnanti e famiglie, tenendo in considerazione anche l’aderenza al tema proposto: l’edizione 2021/2022 sarà dedicata alla figura di Pier Paolo Pasolini.

A 46 anni dalla sua morte, Reggio Emilia vuole omaggiare questo scrittore, poeta, regista e artista poliedrico, tanto scomodo quanto rivoluzionario. Dalla presenza familiare a Scandiano alla frequenza del Liceo classico tra il 1935 e il 1936; dal sodalizio culturale con Luciano Serra, uno degli intellettuali più acuti e poliedrici della nostra città, fino alla serata nel febbraio del 1970, al cineforum del Capitol, in cui presentò “Medea”: sono molti i legami che Pier Paolo Pasolini ha avuto con la nostra città e con diversi esponenti della cultura reggiana. Questa edizione di +D1 vuole così ricordare la figura di un artista e intellettuale libero e spesso controcorrente, che ha rivestito e riveste tutt’ora un ruolo fondamentale nella cultura italiana che continua a fungere da esempio per le generazioni future.

Le proposte pervenute saranno valutate da una commissione e i progetti selezionati saranno presentati all’interno del portale del Comune di Reggio Emilia in una sezione dedicata: http://www.comune.re.it/piudiuno.

 

(5 luglio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata