18.9 C
Reggio nell'Emilia
domenica, Agosto 14, 2022

Internazionale Kids a Reggio Emilia: dal 27 al 29 maggio il primo festival di giornalismo per bambini

Altre da Reggio Emilia

Share

di Redazione Cultura

Internazionale Kids a Reggio Emilia, il festival di giornalismo per bambine e bambini dell’omonimo giornale – che ogni mese porta in Italia il meglio della stampa internazionale per lettrici e lettori tra i 7 e i 13 anni – torna ad animare il capoluogo emiliano con tre giornate di eventi dedicati ai grandi temi dell’attualità e dell’informazione. Si parte domani alle 16 nei Chiostri di San Pietro, al centro di questa nuova edizione l’interpretazione di una realtà sempre più complessa e il potere che hanno le parole nella sua definizione.

Gli appuntamenti

A Internazionale Kids a Reggio Emilia i grandi temi dell’attualità e del mondo dell’informazione sono protagonisti. Si parte venerdì 27 maggio alle ore 16 al Chiostro grande, dove Martina Recchiuti e Alberto Emiletti, i giornalisti che ogni mese lavorano a Internazionale Kids, inaugureranno il festival insieme al sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi.

Si prosegue con il giornalista Stefano Liberti per parlare della filiera del cibo con Dietro lo scaffale, in un viaggio intorno al mondo per scoprire come arriva sulle nostre tavole il cibo che mangiamo, dai pomodori cinesi, ai braccianti che raccolgono le arance, ai pesticidi che inquinano i terreni. Con Daniela Bassi ci si divertirà a mescolare digitale e analogico per imparare a usare la tecnologia in modo diverso, andando alla ricerca di creature fantastiche. Per partecipare a Zoo mix sarà sufficiente portare un telefono o un tablet (16:30 e 18:30, Museo C-Lab). La giornalista di Internazionale Junko Terao racconterà invece il suo viaggio in Corea del Nord, forse il paese più misterioso del mondo, in cui pochi stranieri possono entrare, mentre l’entomologo e scrittore Gianumberto Accinelli, autore di Dagli animali si impara (Piemme 2022), ci farà scoprire quanto la tecnologia s’ispiri al mondo animale.

La scienza in cucina: durante Gusto clorofilla, a cura di Pause Atelier dei Sapori, si imparerà a estrarre la clorofilla dalle verdure e a preparare uno spuntino amico dell’ambiente (ore 17:30, Sala delle colonne). Mohamed Keita mostrerà come l’attualità passi anche dalla fotografia attraverso l’esperienza di Studio Kene, il laboratorio di fotografia che ha fondato a Bamako, in Mali, per lottare contro gli stereotipi attraverso le immagini (ore 18, Chiostri, lab aperto). Nella giornata di venerdì si discuterà anche di ambiente: il divulgatore scientifico e fondatore di Geopop Andrea Moccia, in un incontro in collaborazione con Iren, metterà in luce l’importanza dell’economia circolare per un futuro sostenibile (ore 18:30, Chiostro grande). Si parlerà poi di cinema animato con il visual designer Pietro Grandi, per scoprire come si realizza un film d’animazione (alle 19:30, Chiostri, lab aperto). Al Festival anche i migliori cortometraggi di Imaginaria, il Festival internazionale del cinema di animazione a Conversano (ore 21, Chiostro grande).

A partire da venerdì e per tutto il weekend sarà possibile visitare “Mostra Kene: didascalie d’autore” (Museo, manica corta), una mostra in collaborazione con la Fondazione Pianoterra: le foto, scattate dai giovani fotografi del laboratorio Kene, a Bamako in Mali, sono state selezionate da Mohamed Keita e saranno accompagnate dalle didascalie di scrittrici e scrittori italiani.

Saranno protagoniste anche le immagini in movimento: corti animati, video d’attualità, reportage fotografici saranno proiettati a ciclo continuo, in collaborazione con i festival Imaginaria e Moscerine (Museo, agorà).

Infine, si potrà partecipare a “L’officina delle lettere”, un laboratorio di scrittura a mano a cura di Smed, scrivere a mano nell’era digitale, per comunicare al mondo chi siamo e cosa sogniamo con una cartolina e un grande striscione collettivo (Museo, belvedere).

Il festival 

Dopo il successo dello scorso anno, con settemila presenze e tutti gli eventi al completo, il festival si svolgerà a Reggio Emilia tra i Chiostri di San Pietro e i Musei civici. Un programma per un weekend ricco di incontri e laboratori pensati per coinvolgere e formare un pubblico giovane e curioso, insieme alla redazione di Internazionale Kids, a giornaliste e scrittori, fotografe e illustratori, sui grandi temi dell’attualità, dalle notizie false all’ambiente, dalla guerra, allo sport, ai diritti. Si consolida anche quest’anno il legame con un territorio che da sempre si impegna a promuovere l’educazione, a valorizzare l’infanzia e ad abbattere ogni barriera.


I luoghi di Internazionale Kids a Reggio Emilia

I Chiostri di San Pietro, complesso monastico rinascimentale in cui si riconosce la cifra architettonica di Giulio Romano, sono oggi un hub di produzione culturale e di innovazione sociale. Patrimonio del Comune di Reggio Emilia, sono stati restaurati e riqualificati grazie a un intervento finanziato del Comune di Reggio Emilia e della Regione Emilia-Romagna. Polo attrattivo di rilievo internazionale, ospitano fra l’altro il festival Fotografia Europea, gli spettacoli di Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto e le mostre realizzate da Fondazione Palazzo Magnani, in una città dalla forte vocazione all’arte e alla cultura contemporanee. Con la nascita del Laboratorio Aperto, i Chiostri di San Pietro si propongono altresì quale hub di innovazione sociale: un luogo di partecipazione, confronto e innovazione aperta e diffusa nell’ambito dei servizi alla persona e digitali.

Il Palazzo dei Musei, edificio monumentale, è immaginabile come un essere vivente, in continuo divenire, aperto alla comunità e alla contemporaneità. Le sue pregevoli e integre Collezioni storiche create dalla fine del Settecento (Paletnologia, Archeologia, Zoologia, Etnografia, Botanica, Geologia) costituiscono una pièce unique, che alimenta il Nuovo Museo ideato e realizzato da Italo Rota in un percorso partecipato con la città e con la direzione e i curatori delle Collezioni. Qui conservare è innovare. Proponendosi quale Archivio dei Beni comuni, il Nuovo Museo è un’immersione narrativa stimolante dalla Preistoria alla Contemporaneità, attraverso Archeologia, Storia, Pittura, Scienze, Tecnologia, Paesaggio. Un percorso accompagnato dall’immagine, fotografica e filmica d’autore, che culmina nella sezione fotografia dedicata a Luigi Ghirri e in quella riservata agli autori di Fotografia Europea. La parola chiave è: serendipity, serendipità, ovvero il fare felici e inattese scoperte mentre si sta cercando altro, come spesso è avvenuto nella Scienza del XX Secolo.

La Centrale Idrica Iren di Reggio Emilia, comunemente “l’Acquedotto”, è uno dei nodi fondamentali del sistema acquedottistico che serve il Comune di Reggio Emilia ed è una delle principali centrali idriche italiane. Ha una capacità di stoccaggio di 10.000.000 di litri d’acqua potabile (8.000.000 suddivisi in tre vasche uguali semi interrate e 2.000.000 nel serbatoio pensile alto 55 metri, il punto più alto della città). La centrale idrica ha meritato la menzione d’onore del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura italiana della Triennale di Milano 2003.

Come partecipare 

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, per partecipare è sufficiente la prenotazione su EventBrite. Molti degli eventi saranno tradotti nella Lingua dei segni italiana (Lis) per un festival sempre più accessibile. È possibile consultare il programma con tutti i dettagli su http://intern.az/1EII.

Il festival di Internazionale Kids a Reggio Emilia è promosso da Internazionale Kids, Internazionale, Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani. È realizzato grazie allo sponsor Iren e con il sostegno di Enel Cuore onlus, di Fondazione Pianoterra, di Save the Children e di Asmodee. È realizzato in collaborazione con Fondazione Reggio Children, Pause Atelier dei Sapori, Reggio Emilia Città Senza Barriere, Reggio Children srl, Re Mida, Laboratori Aperti, Chiostri di San Pietro e Musei Civici di Reggio Emilia. Sponsor tecnico Alce Nero.

 

(26 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: