Reggio Emilia. Atti osceni su un bus davanti a minore, denunciato dai carabinieri

0
40

di Redazione #ReggioEmilia twitter@gaiaitaliacomRE #Cronaca

 

Il ritorno a casa per un adolescente reggiano a bordo di un autobus della linea Seta si è trasformato in un incubo. Quando l’autobus si è incominciato a svuotare è rimasto solo nei sedili posteriori con dietro uno sconosciuto. Approfittando della circostanza creatasi e nonostante a bordo, sui sedili anteriori, vi fossero donne con bambini, l’uomo si è calato i pantaloni compiendo atti di autoerotismo, seguiti da gemiti. Un gesto assurdo e squallido che non è passato inosservato al ragazzino che si è liberato della squallida esibizione allorquando è giunto alle fermata dove doveva scendere. Tornato a casa ha raccontato l’accaduto alla mamma che si è rivolta ai carabinieri della stazione di Toano, denunciando l’accaduto. La dettagliata descrizione dell’esibizionista ha posto i  carabinieri della stazione di Toano nella condizione di indirizzare le attenzioni investigative nei confronti di un nordafricano 55enne residente a Casalgrande, a carico del quale i carabinieri di Toano hanno acquisito incontrovertibili elementi di responsabilità tra cui la certa identificazione a cura dello stesso minore.

Con l’accusa di atti osceni aggravati i carabinieri della stazione di Toano hanno denunciato alla Procura reggiana il 55enne. Il fatto risale alla sera del 28 febbraio scorso.

 





 

(14 marzo 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata