Sorprese a rubare in un negozio: due minorenni nei guai

di Redazione #ReggioEmilia twitter@gaiaitaliacomRE #Cronaca

 

Prima di uscire di casa dicevano ai genitori di andare a fare un passeggiata con le amiche, ma in realtà – oltre alla passeggiata – c’era l’abitudine di andare per i negozi del centro città o dei principali centri commerciali di Reggio Emilia e dedicarsi allo sport del “ladro teenager”, occupazione in forte aumento nella provincia di Reggio Emilia e nei negozi della città.

Il modus operandi è comune: entrano nei negozi armati di forbicine per staccare il dispositivo anti-taccheggio dai capi d’abbigliamento che poi nascondono sotto i vestiti indossati o all’interno di borse e zaini in loro possesso. Sono dati dei carabinieri del Comando Provinciale reggiano, i quali, frequentemente, curano interventi nei negozi d’abbigliamento, soprattutto del centro commerciale I Petali. Si tratta di ladri spesso giovanissimi,  studenti incensurati e altrettanto spesso appartenenti a buone famiglie.

Ultime della lunga serie due ragazze quindicenni che, dopo avere avuto l’accortezza [sic] di staccare i dispositivi anti-taccheggio e occultare i capi asportati sotto i vestiti indossati, non sono state attente alla presenza di secondo dispositivo che all’uscita da un negozio del centro commerciale si è attivato richiamando l’attenzione dei dipendenti. Le due adolescenti sono state fermate dal personale del negozio che hanno poi chiamato i Carabinieri.

I militari della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia subito intervenuti hanno così preso in consegna le due minori accertando il possesso di alcuni capi d’abbigliamento trafugati dal negozio all’interno del quale sono poi stati recuperati i dispositivi anti-taccheggio staccati con le forbicine. le due giovanissime sono state segnalate per concorso in furto aggravato, condotte in caserma e i capi d’abbigliamento restituiti al negozio. Le due adolescenti venivano quindi affidate ai rispettivi genitori.

Quelli dei ladri giovanissimi sembra essere un vero e proprio fenomeno che secondo i Carabinieri reggiani starebbe diventando addirittura una moda tra i ragazzini in età scolare e in particolare tra le ragazze: solo qualche settimana fa altre quattro giovanissime, dopo aver marinato la scuola, erano state fermate dai carabinieri che le avevano trovate in possesso di capi d’abbigliamento rubati in alcuni negozi proprio del centro commerciale i Petali.

 


 

(12 giugno 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 




 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*