Pubblicità
15.5 C
Reggio nell'Emilia
21.6 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo
HomeCopertina Reggio EmiliaXXIII "Premio Paolo Borciani", prove aperte e concerti "off" fino al 16...

XXIII “Premio Paolo Borciani”, prove aperte e concerti “off” fino al 16 giugno

Pubblicità
GAIAITALIA.COM REGGIO EMILIA NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Cultura

Con la presentazione ufficiale dei quartetti concorrenti e della giuria e con il concerto di apertura nei Chiostri di San Pietro di Giovanni Sollima, violoncello, Clarissa Bevilacqua, violino e Carlotta Maestrini  pianoforte, ha preso il via ufficiale la XIII edizione del Concorso Internazionale per quartetto d’archi “Premio Paolo Borciani”,  il Premio  promosso e organizzato dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia grazie alla collaborazione dell’Exclusive Partner Max Mara.

Da domenica 9 giugno al Teatro Municipale Valli si svolgeranno le prove di Concorso, aperte al pubblico, a cui quest’anno si aggiungono appuntamenti “Off”, grazie alla collaborazione con il Conservatorio di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”, con il quale sono stati organizzati dei concerti nei luoghi cittadini, aperti al pubblico e gratuiti.

Lunedì 10 giugno, ore 19.00 al Cortile di Caffè Arti e Mestieri si apre la rassegna PPB OFF sulle note di Astor Piazzolla con un quartetto d’archi e fisarmonica composto con Mirko Ferrarinifisarmonica, Luca Maccagnani e Pietro Ceccarelli,  violini, Valerio Stano, viola, Elena Cavecchi, violoncello.

Mercoledì 12 giugno, ore 19.00, al Centro sociale Catomes Tôt un quintetto di ottoni – Amedeo Crotti e Sebastiano Grasselli, trombe;Benedetto Dallaglio, corno; Marija Bilash, trombone; Gianluigi Paganelli, tuba esegue musiche di Stanley, Verdi, Sondheim, Piccioni e Morricone, mentre in serata al Parco del popolo (ore 21.30) un ensemble di percussioni – Pietro Camminati, Gioele Conti, Alice Felici, Roberto Fontanella, Riccardo Fontanesi, Giuseppe Leonardis, Angelica Meggiato, Giovanni Pietri in collaborazione con l’assessorato Commercio, Attività produttive e Valorizzazione del Centro storico dà nuova voce a opere di Curran e Nyman. Giovedì 13 giugno, ore 19.00 al Cortile di Palazzo Brami il duo Alessandro Mastrangelooboe e Chiara Scannapiecoarpa chiude il ciclo con musiche di Bochsa, Debussy, Pasculli e Rota.
Nei giorni del Concorso, il portico del Teatro Municipale Valli si anima con gli aperitivi a cura di Catomes Tot / Groucho miscele alcoliche.

Al Concorso partecipano Quartetto Arete (Corea del Sud), Quartetto Ast (Corea del Sud), Quartetto Eden (Corea del Sud), Quartetto Elaia (Germania), Quartetto Elmore (Gran Bretagna), Quartetto Eos (Italia), Quartetto Fibonacci (Gran Bretagna / Spagna), Quartetto Ineo (Austria), Quartetto Risus (Corea del Sud) e Quartetto Wassily (Francia).

La giuria internazionale è presieduta quest’anno da Sonia Simmenauer, artist manager, e composta  dalla violinista Lorenza Borrani (Italia), dai violisti Kim Kashkashian (USA) e Garth Knox (Irlanda), dai violoncellisti Jonas Krejci (Repubblica Ceca, Pražák Quartet) e John Myerscough (Inghilterra, Doric String Quartet), dal violinista Abel Tomàs (Spagna, Cuarteto Casals). Responsabile musicale del Concorso è il compositore Francesco Filidei.

Tutti i partecipanti sosterranno quattro prove: il ‘700 e Beethoven; l’Ottocento, “Carta bianca ai Quartetti” e “Dal Novecento al Contemporaneo”, momento in cui eseguiranno in prima assoluta la nuova commissione “natura smarginatura” (Casa editrice Maison ONA, Paris) per Quartetto d’Archi che il Premio Paolo Borciani ha affidato a Gérard Pesson, compositore francese tra i più rappresentativi del nostro tempo, formatosi al Conservatoire National Supérieur de Musique de Paris, e fondatore nel 1986 della rivista di musica contemporanea Entretemps.

Il concerto finale di domenica 16 giugno (inizio ore 16), così come tutte le prove, saranno anche trasmessi in diretta streaming sul sito e sui canali social della Fondazione grazie alla collaborazione con Edunova Centro Interateneo dell’Università di Modena e Reggio Emilia. E anche per questa edizione Rai Radio Tre e Rai Cultura si confermano media partner del Concorso e saranno presenti per girare un documentario dedicato al Concorso e alla città di Reggio Emilia. Info: www.premioborciani.it.

Grande musica anche dopo la fine del Premio, in collaborazione con Festival dei Borghi del Comune di Canossa (Reggio Emilia) e grazie al “Programma franco-italiano per i giovani quartetti d’archi” in collaborazione con Quatuors à Bordeaux sostenuto dal programma europeo Erasmus+: il 28 giugno a Votigno di Canossa ci sarà il Quartetto Goldberg e il 30 giugno al Castello di Rossena il Quartetto Chaos.

Premi

Al primo classificato sarà assegnato un premio in denaro di € 25.000, i vincitori avranno una residenza artistica a Reggio Emilia nel corso delle Stagioni 2024-2026 e una tournée internazionale, coordinata da Lorenzo Baldrighi Artists Management. Saranno inoltre assegnati il Secondo Premio di€ 10.000 (diecimila/00), il Terzo Premio di€ 5.000 (cinquemila/00), il Premio Speciale€ 3.000 (tremila/00) per la migliore esecuzione della nuova composizione per quartetto d’archi commissionata a Gérard Pesson, il Premio del Pubblico€ 2.000 (duemila/00), il Premio Under 20€ 1.000 (mille/00) e una borsa di studio del valore di € 6.000 offerta dalla Jeunesses Musicales Deutschland.

 

 

(8 giugno 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Reggio nell'Emilia
cielo coperto
15.4 ° C
15.9 °
13.9 °
84 %
1.3kmh
91 %
Gio
21 °
Ven
25 °
Sab
28 °
Dom
28 °
Lun
28 °
Pubblicità