Pubblicità
18.1 C
Reggio nell'Emilia
18.1 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo
HomeBassa ReggianaCent'anni di rettitudine. La storia del Comandante Diavolo e del processo don Pessina

Cent’anni di rettitudine. La storia del Comandante Diavolo e del processo don Pessina

Pubblicità
GAIAITALIA.COM REGGIO EMILIA NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

La storia di Germano Nicolini, un uomo giusto, un Hombre vertical nel senso più pieno della definizione. Partigiano, sindaco, marito e padre. Condannato innocente non accetta mai una colpa che gli è estranea non solo giuridicamente, ma soprattutto idealmente e moralmente.

Il comandante “Diavolo” rimane stritolato dalle logiche della guerra fredda, scelto come obiettivo da apparati dello Stato e dalla Chiesa, è abbandonato, per ragioni di partito, dal P.C.I., locale e nazionale che, pur cosciente della macchinazione, preferisce proteggere altri dirigenti forse più omogenei alla linea del partito. Scarcerato dopo dieci anni, Nicolini rifiuta l’ingiusta condanna scontata e, proclamando sempre la sua estraneità all’omicidio di don Pessina, lotta fino alla revisione del processo e al riconoscimento della sua innocenza.

Dopo 47 anni di sofferenza e battaglie, il “Comandante Diavolo“ torna ad essere un uomo libero da ogni sospetto e uno dei simboli più limpidi della Resistenza e della democrazia italiana.

Appuntamento il 24 ottobre alle 21.00 a San Martino in Rio (RE), alla Rocca Estense (Sala d’Aragona).

 

Cent’anni di rettitudine
La storia del Comandante Diavolo e del processo don Pessina
di Fausto Nicolini, Massimo Storchi

prefazione Giuliano Pisapia
Postfazione di Frediano Sessi

 

 

(23 ottobre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Reggio nell'Emilia
cielo sereno
17.4 ° C
17.9 °
17 °
61 %
2.4kmh
0 %
Mar
17 °
Mer
22 °
Gio
22 °
Ven
23 °
Sab
22 °
Pubblicità