Pubblicità
19.1 C
Reggio nell'Emilia
21.3 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo

WP Briefing: Episode 80: Unlocking Your WordPress Potential with Learn WordPress Tools

Welcome to another episode of the WordPress Briefing! In this episode, your host, Josepha Haden Chomphosy, delves into the incredible resources available to help you broaden your WordPress expertise. Whether you're just starting out or looking to deepen your skillset, these tools and tutorials offer something for everyone. Join us as we explore how Learn WordPress can be your guide on the journey to mastering WordPress, providing invaluable support and community connections along the way.
HomeNotizieSe a sbugiardare l'operato degli italici sovranisti sono altri sovranisti. C'è sempre...

Se a sbugiardare l’operato degli italici sovranisti sono altri sovranisti. C’è sempre un sovranista più becero

Pubblicità
GAIAITALIA.COM REGGIO EMILIA NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa

Il governo Meloni schiavizzato dalle continue fughe in avanti di Matteo Salvini, con l’ottima spalla dell’attuale ministro dell’Interno Piantedosi già capo di gabinetto del Salvini pre-Papeete, non riesce a reagire alle pulsioni sovraniste della Lega non per incapacità di Meloni, certamente per sue ingenuità, ma a causa del centinaio di deputati che Salvini ha piazzato in Parlamento e che se uscissero dalla maggioranza riporterebbero l’Italia al voto.

Succede quando ci si sente così potenti da pensare di poter sfondare il muro del 30% nel proporzionale, quel 30% che è la soglia fatidica superata la quale i politici italiani vanno un po’ fuori di testa. Meloni si è fermata al 26,1% e si è accorta subito di avere ceduto troppi collegi maggioritari a Salvini che oggi, vedremo fino a quando, fa quello che vuole.

Si spiega tanto semplicemente la recrudescenza di politiche sovraniste dell’Italia che devono però, ahiloro, fare i conti con i sovranismi europei che vedono Meloni come il fumo negli occhi e sono firmati Le Pen – che è stata quella figura politica francese, insieme alla destra estrema d’Oltralpe, che ha dato la stura alla rappresaglia gallica contro il romanico fascistoidismo. Perché il punto, Signora mia, è che c’è sempre un sovranista più becero pronto a farti lo sgambetto perché nelle inutili teste sovraniste anche uno sgambetto è una medaglia. Non importando le conseguenze.

Ecco dunque, tra il serio e il faceto, una rapida carrellata delle decisioni infantili, pericolose, inutili, disumane e razziste prese dal governo Meloni che l’11 novembre, nello snocciolare le uniche due misurette economiche che è stata in grado di varare mentre si profila all’orizzonte una recessione in vista che sgretolerà questa destra tracotante e cialtrona che se ne frega del paese per occuparsi di migranti (di cui l’Italia ha bisogno perché gli Italiani figli non ne fanno più), e sono dieci anni che straparlano di migranti da destra e da sinistra.

Poi c’è l’inflazione che Meloni non nomina mai corre all’11,2%. Mentre lei corre appresso a Salvini.

 

(12 novembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



Reggio nell'Emilia
cielo coperto
18.8 ° C
20.1 °
17.5 °
88 %
3.2kmh
100 %
Gio
18 °
Ven
18 °
Sab
22 °
Dom
22 °
Lun
22 °
Pubblicità