Enti partecipati dal Comune di Reggio Emilia. Il sindaco Luca Vecchi ha nominato i nuovi amministratori

0Shares
0
0Shares

di Redazione #ReggioEmilia twitter@reggioemilnotiz #Politica

 

Il sindaco Luca Vecchi ha nominato gli amministratori – presidenti e/o membri dei consigli di amministrazione – di alcuni enti partecipati dal Comune di Reggio Emilia: Farmacie comunali riunite (Fcr), Fondazione nazionale della Danza, Fondazione Mondinsieme, Asp Città delle Persone, Pio Istituto Artigianelli.

Di seguito le persone nominate e alcune note curricolari.

Farmacie comunali riunite

Andrea Capelli presidente; Sandra Coriani e Riccardo Moratti membri effettivi del Cda; Elena Iotti e Marco Scarpati membri supplenti.

  • Andrea Capelli, 35 anni, laureato in Economia e Finanza all’Università di Parma; ha conseguito titoli di formazione professionale in diversi campi; ha lavorato in azienda privata quale responsabile della pianificazione finanziaria e del controllo di gestione e, quale lavoratore autonomo, nell’intermediazione di polizze assicurative. E’ stato consigliere comunale per due consigliature, ricoprendo fra l’altro il ruolo di Capogruppo e di presidente di Commissione consiliare.
  • Sandra Coriani, nata nel 1963, laureata in Scienze infermieristiche e ostetriche all’Università di Roma Tor Vergata, ha conseguito un Master di secondo livello in Management dei servizi sanitari per le funzioni di direzione all’Università di Bologna. Ha frequentato Corsi di perfezionamento universitari. La sua ampia esperienza professionale si è svolta in reparti ospedalieri e di emergenza-urgenza quale collaboratrice, coordinatrice e con ruoli di responsabilità per il personale infermieristico; da diversi anni e a tutt’oggi ha ricoperto incarichi di direzione delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione e della professione ostetrica presso l’Azienda Usl-Irccs di Reggio Emilia. Ha svolto attività di docente universitaria, oggi presso il Corso di laurea in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.
  • Riccardo Moratti, 53 anni, laureato in Economia e Commercio all’Università di Parma, commercialista e revisore contabile, è socio in uno studio professionale di Reggio Emilia, si occupa fra l’altro di materia tributaria, amministrativa e contabile. Svolge attività di consulenza per società di medie dimensioni e di società appartenenti a multinazionali. Ricopre cariche in collegi sindacali in società commerciali e di revisione legale. E’ stato liquidatore in società a responsabilità limitata, ha redatto perizie di valutazione di complessi aziendali anche su incarico del Tribunale di Reggio Emilia. Dal 2015 ad oggi è stato consigliere di amministrazione di Fcr.
  • Elena Iotti, nata nel 1979, laureata in Economia aziendale all’Università di Parma, è commercialista. E’ temporary manager nell’ambito della funzione aziendale di Amministrazione, Finanza e Controllo. Svolge attività di revisione legale a supporto di Collegi sindacali; di consulenza in materia societaria e contabile; consulenza nella redazione di Piani industriali e Business Plan aziendali; di redazione di Bilanci d’esercizio, Bilanci consolidati e Bilanci sociali, analisi economiche, patrimoniali e finanziarie. Svolge inoltre assistenza alla redazione di Bilanci separati e consolidati redatti in base ai principi contabili internazionali; si occupa altresì della predisposizione di modelli organizzativi e analisi dei processi aziendali. E’ amministratore indipendente di una società reggiana quotata sul mercato telematico italiano.
  • Marco Scarpati, 60 anni, laureato in Giurisprudenza all’Università di Parma, esercita la professione di avvocato con abilitazione alle giurisdizioni superiori, è docente universitario in Diritto minorile nazionale e internazionale al Master interdisciplinare in Diritto dell’infanzia e dell’adolescenza all’Università degli studi di Milano-Bicocca. Ha svolto docenza universitaria anche nelle Università di Parma, Modena e Reggio Emilia, Pavia, in materie inerenti la tutela dei diritti dei minori, diritto di famiglia e diritto dell’economia e delle organizzazioni internazionali. E’ consulente internazionale in tema di tutela dei minori; vicepresidente dell’associazione Ecpat Italia e direttore Cooperazione e Diritti di Cifa Onlus.

Fondazione Nazionale della Danza – Aterballetto

In questo caso, in base allo Statuto della stessa Fondazione, al sindaco – quale rappresentate del Comune, socio fondatore insieme con la Regione Emilia-Romagna con la quale è parte del Consiglio di Gestione – compete la designazione di due membri del Consiglio di amministrazione. A sua volta, la Regione esprimerà le proprie designazioni al Cda. Fra i membri designati al Cda, il Consiglio di Gestione eleggerà successivamente il presidente.

I membri del Cda designati dal Comune sono Elena Montecchi e Azio Sezzi.

  • Elena Montecchi, nata nel 1954, è stata deputata della Repubblica dal 1986 al 2006. Alla Camera ha ricoperto i ruoli di presidente del Collegio dei questori, Segretaria di Presidenza e vicepresidente di Gruppo parlamentare. E’ stata sottosegretario di Stato al ministero del Lavoro e della Previdenza sociale, alla Presidenza del Consiglio dei ministri, al ministero dei Beni culturali. In anni successivi, componente dell’Autorità di vigilanza sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici. Dal 2007 al 2012, componente del Consiglio di amministrazione della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia. Negli anni Ottanta, è stata consigliera comunale e assessore del Comune di Reggio Emilia.
  • Azio Sezzi, 61 anni, laureato in Filosofia all’Università degli studi di Milano, è stato fino ad oggi presidente della stessa Fondazione nazionale della Danza. E’ direttore generale di Cna Reggio Emilia. In precedenza, ha svolto attività di consulenza, progettazione e formazione nell’ambito della Corporate Social Responsibility, dello sviluppo organizzativo, della normativa su trasparenza e anticorruzione per imprese private e pubbliche amministrazioni. E’ stato direttore dell’azienda speciale Cavriago Servizi del Comune di Cavriago e segretario, poi direttore, dell’Associazione piccole e medie industrie (Api) di Reggio Emilia. In anni recenti è stato consigliere d’amministrazione della Camera di commercio di Reggio Emilia e di organizzazioni ed enti nell’ambito delle attività economiche, di formazione e ricerca, è stato componente del Comitato di indirizzo della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio Emilia; ha svolto attività di docenza in materie economiche e organizzative, è autore o curatore di pubblicazioni scientifiche in tema di economia, società e istituzioni nei sistemi locali.

Fondazione Mondinsieme

Matteo Rinaldini presidente; Elena Ferrari, Matteo Fornaciari, Francesca Perlini, consiglieri.

  • Matteo Rinaldini dal 2018 è professore associato di Sociologia dei processi economici e del lavoro all’Università di Modena e Reggio Emilia. Presso il dipartimento di Comunicazione ed Economia della stessa Università insegna Sociologia del lavoro e dell’organizzazione e Sociologia dell’innovazione. Dall’inizio degli anni Duemila ha partecipato e coordinato attività di ricerca sui processi migratori focalizzandosi in particolare sull’integrazione socioeconomica degli immigrati in Italia. Ha collaborato con Ires Emilia-Romagna e dal 2012 è membro del Centro studi Giuno (Giustizia nelle Organizzazioni), unità di ricerca dell’Università di Modena e Reggio Emilia; dal 2019 è membro del Centro studi di Digital Humanities della stessa Università. Dal 2015 al 2020 è stato presidente della stessa Fondazione interculturale Mondinsieme di Reggio Emilia.
  • Elena Ferrari, nata nel 1976, laureata in Filosofia all’Università di Parma, ha conseguito master universitari di secondo livello in Storia del Novecento e Didattica della lingua italiana all’Università di Roma Tor Vergata. E’ iscritta all’Albo nazionale dei Padagogisti Fiped. Docente di Lettere e di Storia, è dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo ‘Amedeo d’Aosta’ di Reggio Emilia.
  • Matteo Fornaciari, 38 anni, laureato in Scienze politiche all’Università di Bologna; dottorato di ricerca in Istituzioni e Politiche all’Università Cattolica di Milano. E’ docente all’Usac – University Studies Abroad Consortium di Verona e svolge attività di consulente. Si occupa di Innovazione ibrida e sociale. E’ cofondatore, Ceo e vicepresidente della cooperativa Impact Hub di Reggio Emilia; cofondatore di Hurricane Start, una startup community di Reggio Emilia, e dell’associazione di promozione sociale Innesti urbani. Ha esperienza nel mondo del volontariato, dell’educazione e della formazione politica.
  • Francesca Perlini, nata nel 1979, è laureata in Lettere e Filosofia – indirizzo Conservazione dei beni culturali all’Università di Parma. Ha operato in stage presso i Servizi culturali del Comune di Reggio Emilia collaborando a progetti quali Fotografia Europea, rassegna cinematografica Accadde Domani, Banca dati film della Biblioteca Panizzi. Da oltre 20 anni è impegnata in Arci, quale coordinatrice e promotrice di iniziative culturali, sociali, solidaristiche e sui Diritti, in diversi Circoli della stessa Associazione; è consigliera nazionale Arci. Ha svolto e svolge, in particolare in aziende dei settori tessile e automtive, attività di formazione, customer care e Back office commerciale per l’Italia e l’estero.

Asp Città delle Persone

In questo caso, il sindaco designa, cioè indica, un nominativo quale membro, mentre la nomina avviene da parte dell’Assemblea dei soci.

  • Simone Caprari, 45 anni, laureato in Economia aziendale all’Università di Parma; è commercialista e revisore contabile. Fra le sue competenze, consulenza in materia societaria e tributaria per gruppi industriali nazionali e internazionali; direzione e riorganizzazione dei processi aziendali; redazione di bilanci, budget e business plan; Due Diligence contabili e di business.

Pio Istituto Artigianelli

Enrico Manicardi e Alessandro Ferri, consiglieri.

  • Enrico Manicardi, nato nel 1939, è laureato in Urbanistica e Architettura al Politecnico di Milano. Ha collaborato ai Piani regolatori di Parma e Reggio Emilia negli anni dal 1965 al ‘70. Quale dirigente dell’Urbanistica ed Edilizia della Regione Emilia-Romagna, redige le bozze della prima Legge urbanistica regionale e dei primi provvedimenti per la tutela, la valorizzazione e la conservazione dei Centri storici. E’ stato componente dell’Istituto nazionale di urbanistica (Inu), ha tenuto corsi di Programmazione territoriale alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna. E’ stato consigliere regionale, provinciale e comunale, assessore, vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia e presidente del Consiglio provinciale. E’ stato presidente dell’Ente regionale di valorizzazione economica del territorio (Ervet) e presidente o amministratore di società di capitali, che operano nel campo del trasporto ferroviario e dell’intermodalità. E’ stato consulente della Commissione lavori pubblici della Camera dei deputati e membro del Cer – Piano casa nazionale. E’ stato sino ad oggi consigliere del Pio Istituto Artigianelli.
  • Alessandro Ferri, 42 anni, laureato in Scienze dell’economia e della gestione aziendale all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. E’ consulente finanziario in un Istituto di credito. In precedenza, ha svolto incarichi professionali, sia a contratto che a tempo indeterminato, presso diversi enti pubblici del territorio.

Informa un comunicato stampa del Comune di Reggio Emilia che pubblichiamo integralmente.

 

(9 settembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*