18.9 C
Reggio nell'Emilia
domenica, Agosto 14, 2022

Tornano gli appuntamenti con REstate

Altre da Reggio Emilia

Share

di Redazione Cultura

Puntuale anche nel 2022 arriva il grande cartellone estivo di Reggio Emilia. Con cultura e spettacoli di ogni genere e di qualità, Restate invade pacificamente i luoghi più belli e cari ai reggiani nella città storica e, con il nuovo titolo Belli freschi, che suona quale auspicio e disincantata consapevolezza, si estende ai quartieri promettendo, insieme con la consolidata rassegna ‘sorella’ Estate Popolare, quello svago e quella socialità che portano fresco almeno alla mente e all’anima anche sotto casa.

Il gran cartellone – oltre 350 proposte da giugno a settembre in 30 luoghi diversi, la maggior parte dei quali a ingresso gratuito – è stato costruito da Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani insieme con una ampia e variegata pluralità di soggetti tra fondazioni e istituzioni culturali, associazioni, singoli artisti, soggetti privati, riuniti in una rete di creatività e collaborazione irrobustita dalla volontà di lavorare insieme. Grazie a loro gli spazi pubblici e del vivere quotidiano si trasformano in palcoscenici per fare teatro, musica, danza, arte, poesia e allegria.

In Restate tutto abbonda, in particolare ciò che è più atteso: i concerti del Festival dei Pianisti italiani e le musiche di Mundus, gli spettacoli di Fondazione nazionale della danza/Aterballetto e della Fondazione i Teatri, la poesia di ‘Vola alta parola’ a Palazzo da Mosto, i concerti dell’Istituto Peri-Merulo, il Circo Dinamico, il Jazz del Gerra.

In certi casi, è come se la primavera sfociasse nell’estate non solo nella realtà climatica, ma anche nel palinsesto delle manifestazioni. Infatti e ad esempio, la programmazione dei Teatri offre tra l’altro il concerto della rinomata Accademia Bizantina; Fotografia Europea porta in dote le mostre di Luigi Ghirri e Vasco Ascolini (con aperture prolungate); i danzatori di Aterballetto e del Greek National Opera Ballet mettono in scena la nuova e assai originale produzione ‘An Ideal City/Microdanze’; il Palazzo dei Musei si fa conoscere non solo con l’apertura serale ma anche con la presentazione del volume ‘Io sono Museo’ dedicato al Nuovo Museo di Italo Rota e, sempre in tema di riqualificazioni e restauri di beni culturali comuni che hanno riguardato il centro storico negli ultimi tempi, Andrea Zamboni presenta il volume ‘Non finito. I Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia’.

Luogo di performance giustamente privilegiato, i Chiostri di San Pietro con teatro, danza, musica, videoproiezioni a cura di Fondazione i Teatri, Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto, Ater Fondazione con Mundus, Istituto superiore di Studi musicali ‘Peri-Merulo’. Gli Orti di Santa Chiara dello Spazio Gerra risuoneranno ai ritmi della musica jazz, folk e avanguardia.

Restate 2022 si arricchisce quest’anno della programmazione di Belli freschi, rassegna di eventi e appuntamenti nei quartieri, in cui daranno il meglio di sé in termini di fascino, accoglienza e bellezza storica i parchi e le aree pertinenziali del Mauriziano, di Villa Levi e della Reggia di Rivalta (area non interessata dal cantiere) e del Giardino di Gabrina alle Acque Chiare. A questa, si affianca Estate Popolare, il cartellone di iniziative, spettacoli, laboratori, giochi e sport promosso nei quartieri di Reggio Emilia da Acer e Comune di Reggio Emilia, con il sostegno del Comitato territoriale di Iren. Non mancheranno le attese iniziative di vicinato culturale o di musica da vicino che dir si voglia, come Suoni dai balconi, Picnic festival e Dinamico festival.

Il cartellone Restate 2022 si realizza grazie al coinvolgimento e alla collaborazione delle principali istituzioni culturali cittadine, dei centri sociali e delle numerose associazioni culturali, di volontariato e dei gruppi civici. Tra questi i 27 soggetti tra associazioni, circoli Arci e centri sociali vincitori del bando cultura #Re21/22: Dinamica, Luc – Libera università del Crostolo, Cine Club Reggio, Teatro dell’Orsa, On Art Aps, Arscomica, MM Contemporary Dance Company, Amici del quartetto Guido A. Borciani, Associazione 5T, Icarus, Fondazione famiglia Sarzi, Spazio Neutro, Compagnia Circolabile, circolo Arci Picnic, associazione culturale Cinqueminuti Aps, Iscos Emilia-Romagna, Associazione culturale Pocket, associazione via Roma Zero, Iniziativa Laica, Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi), XL Art Container, Nuovo balletto classico, associazione culturale Sgrintela, Teatro del Cigno, Zerofavole, Arci Compagnia Nati Scalzi.

I Chiostri di San Pietro ospiteranno circa trenta appuntamenti tra danza, teatro, musica, arte e architettura.

Sono in programma due presentazioni: il 22 giugno, alle ore 18.30, l’architetto Andrea Zamboni presenta il volume “Non finito. I Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia” (Quodlibet edizioni). Attraverso la storia del complesso, le attribuzioni artistiche, il racconto del progetto e del cantiere, la nuova campagna fotografica (Alessandra Chemollo, Kai-Uwe Schulte-Bunert, Alessandro Molesini), e infine mediante una lettura dell’opera ultimata, il volume ricostruisce l’intera vicenda architettonica dei Chiostri di San Pietro secondo più punti di vista, confrontando quelli dei responsabili diretti dell’intervento con alcuni sguardi critici d’eccezione (Bruno Adorni, Walter Angonese, Nicola Di Battista, Tommaso Fantini, Maria Luisa Laddago, José Ignacio Linazasoro, Massimo Magnani), alla luce del dibattito internazionale sul recupero del patrimonio monumentale.

Martedì 28 giugno è in programma l’incontro con l’architetto Italo Rota, in concomitanza con la pubblicazione del volume “Io sono museo” (Forme edizioni) dedicato al percorso partecipato con la città e all’esperienza progettuale del Nuovo Museo realizzato nel Palazzo dei Musei dallo stesso architetto Rota e dai curatori e conservatori delle sezioni dei Musei Civici di Reggio Emilia. La serata sarà una conversazione con direttori di istituzioni museali italiane, storici, architetti, critici d’arte e d’architettura.

Il libro, in una formula originale e innovativa, densa di una pregevole documentazione fotografica affiancata dai testi descrittivi dei curatori del progetto, presenta – accanto alle rare e pregevoli Collezioni storiche di archeologia, paletnologia, raccolte di zoologia e anatomia, etnografia e botanica, geologia conservate nel Palazzo dei Musei – il Nuovo Museo, un Archivio dei Beni comuni con fotografia (Photo Affection una sezione interamente dedicata al maestro Luigi Ghirri e altre sale dedicate alle raccolte del festival Fotografia Europea), arte (dal Correggio ai Carracci ad Antonio Fontanesi), Epoca Estense, design, tecnologia, scienza e archeologia, narrazione per oggetti e immagini di paesaggi, persone, ambienti di vita della città dalle origini alla contemporaneità. L’immagine, fotografica e filmica, nel Nuovo Museo è tema dominante che accompagna tutte le nuove sezioni. Un museo immersivo con continui rimandi tra passato e futuro, locale e globale, per un nuovo immaginario e per porsi nuove domande.

La Fondazione I Teatri, propone quattro concerti nell’ambito della rassegna Estate ai Chiostri. Ad aprire la rassegna sarà, il 29 giugno, il concerto dell’EsTrio formato da Laura Gorna (violino), Cecilia Radic (violoncello) e Laura Manzini (pianoforte), con musiche di Schumann. A seguire (6 luglio) sarà la volta di Gilles Apap (violino) e Myriam Lafargue (fisarmonica), che si esibiranno in una performance unica che unisce i confini tra gli stili musicali dal repertorio classico a generi come jazz e folk di tutto il mondo; il 13 luglio Francesco Dillon (violoncello) e Emanuela Torquati (pianoforte) presenteranno un viaggio musicale che unisce brani compositori di epoche diverse tra Debussy, Villa Lobos, Prokofiev e Moore; infine (20 luglio) l’Accademia Bizantina e Alessandro Tampieri (violino e direzione) saranno i protagonisti del concerto Irish Baroque. Da musica per Principi a musica per Gentlemen.

Sono sette gli appuntamenti promossi dalla Fondazione nazionale della Danza-Aterballetto. Nel Chiostro grande dei Chiostri di San Pietro sono in programma: a partire dal 5 luglio, lo spettacolo ‘Gershwin Suite di Michele Merola – Schubert Frames’ di Enrico Morelli con la Mm Contemporary Dance Company; le performance “Shoot me di Diego Tortelli”, “O” di Philippe Kratz e Secus di Ohad Naharin (10 e l’11 luglio); lo spettacolo “Human behaviour” con Greek National Opera Ballet (il 12 luglio). Il Chiostro piccolo ospiterà invece ‘Divino_Prima Apparizione’ della Compagnia Natiscalzi Dt (5 luglio), ‘Divino_Seconda Apparizione’ della Compagnia natiscalzi Dt (10 luglio), ‘Il combattimento di Tancredi e Clorinda’ di Carlo Massari con la C&C Company (11 luglio) e ‘Equal To Men’ di Roberta Ferrara con Equilibrio Dinamico Dance Company (12 luglio).

Nelle giornate del 15, 16 e 17 luglio è in programma An Ideal City/ Microdanze una coproduzione di Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto e Fondazione Palazzo Magnani con i danzatori di Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto e di Greek National Opera Ballet. Sarà una esposizione di danza alla scoperta del magnifico complesso dei Chiostri di San Pietro in cui 15 coreografi – italiani e internazionali – hanno concepito pezzi brevi da danzare in uno spazio circoscritto, ai quali assistere in successione come se si stesse visitando un museo. Un progetto che sfugge alla dinamica di palcoscenico, alla distanza che separa lo spettatore dall’interprete, creando un continuum tra chi guarda e chi è guardato. Un’esperienza emotiva ed estetica tanto varia quanto originale.

Venerdì 1 luglio, alle ore 21.30, la Filarmonica Città del Tricolore, con la direzione del maestro Stefano Tincani, sarà protagonista del concerto ‘Flashing Winds. Back in San Pietro’, in cui proporrà un repertorio brillante e travolgente, che spazia dalla musica sinfonica originale per orchestra di fiati a brani icona della musica internazionale.

Teatro Municipale Romolo Valli, (RE)

Festival Mundus si articolerà in sei serate, dal 27 giugno all’1 agosto. Si parte il 27 giugno con “Fabrizio Bosso Quartet plays Stevie Wonder” per proseguire il 4 luglio con Sona Jobarteh (kora e voce); l’8 luglio con Storie d’amore con pioggia e altri racconti di rovesci e temporali con Murubutu; il 18 luglio con Omar Sosa & Ernesttico duoB-Black; il 25 luglio con Clarice Assad & Gabriele Mirabassi (Brasile-Italia). A chiudere Mundus saranno l’1 agosto J.P. Bimeni & The Black Belts (Burundi- Spagna).

Torna l’appuntamento con il Festival dei Pianisti italiani, con tre concerti in programma alle 21.30. Si parte il 7 luglio con Quando parlano le musae, tacciono le armi: la musica unisce concerto a sostegno delle attività della CRI – Emergenza ucraina”, con Oleksandr Semchuk al piano e Ksenia Milas al violino. Il 21 luglio, per la serata “Grandi concerti romantici”, Gianluca Luisi e Marcello Mazzoni si esibiranno su musiche di Rachmaninov e Tchaikovsky, mentre il 26 luglio Ilya Grubert (violino) si esibirà in memoria di Cesar Franck Anniversary. Nell’ambito del Festival Pianisti Italiani, un’ulteriore data è in programma il 12 luglio a Palazzo da Mosto (ore 21.30) con il concerto per pianoforte di Massimo Giuseppe Bianchi.

Sono invece due i concerti promossi dall’Istituto superiore di studi musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Peri – Merulo”: venerdì 24 giugno, alle 21.30, lo spettacolo “Freedom of the HeArts” con l’Orchestra Afam dell’Istituto diretta da Marco Boni e con i danzatori della MM Contemporary Dance Company di Michele Merola, presentati da Gaia De Laurentis (musiche di Haydn, Bartók, Ravel e Righi). In programma l’esecuzione di “Clorophelia”, composizione per orchestra ispirata all’opera omonima di Omar Galliani e “Weeping for a dead love” di Anna Pidgorna eseguito da Svitlana Melnyk, voce, Kseniia Cherniavska, Debora Conti, Alice Felisi, Lucia Furlotti, percussioni.

Giovedì 30 giugno va invece in scena L’anima delle note, concerto per ensemble strumentale e vocale con gli allievi della Classe di Canto di Sonia Ganassi e studenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri – Claudio Merulo”. Musiche di H. Purcell, G. F. Händel, C. W. Gluck e W. A. Mozart.

A Palazzo da Mosto torna l’appuntamento con la rassegna di poesia ‘Vola Alta Parola – Nel tempo della precarietà’ a cura di Guido Monti, in quattro serate nei venerdì di luglio (ore 21.30):

  • l’1 luglio, Umberto Piersanti in dialogo con Guido Monti;
  • l’8 luglio, Vivian Lamarque in dialogo con Alberto Bertoni ;
  • il 15 luglio, letture di Mariangela Gualtieri in dialogo con Roberto Galaverni e Guido Monti;
  • il 22 luglio, l’incontro ‘Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla nascita’, con Roberto Galaverni, autore del libro “PPP Poesie per Pasolini“ in dialogo con Guido Mattia Gallerano. Interventi di Lorenzo Capitani e Guido Monti.

A Palazzo dei Musei fino al 24 luglio sarà possibile visitare la mostra ‘Anatomie squisite’, percorso dell’artista Yuval Avital in dialogo con la Collezione Spallanzani, a cura di Alessandro Gazzotti. La mostra – che si inserisce nel progetto “Il Bestiario della Terra” promosso per Reggio Parma Festival 2022 – è un laboratorio suggestivo, un’esplorazione nel profondo Io dell’Uomo-Animale in cui opere inedite dialogano con le creature reali o assemblate delle collezioni dei Musei Civici.

Per tutta l’estate e fino all’8 gennaio sarà inoltre possibile visitare ‘In scala diversa. Luigi Ghirri, Italia in miniatura e nuove prospettive’, una mostra che riunisce per la prima volta le fotografie di “In Scala”, la serie realizzata da Ghirri a Italia in miniatura, il noto parco tematico situato nelle vicinanze di Rimini nato dal genio di Ivo Rambaldi (1920 – 1993), a cura di Ilaria Campioli, Joan Fontcuberta e Matteo Guidi.

Sarà inoltre visibile l’installazione ‘Eclissi. Tre movimenti al nero’, promossa nell’ambito del progetto ‘Di cosa hai paura?’, con il coinvolgimento dell’artista visiva Alice Padovani, affiancata dal videomaker Ali Beidoun e dalla band musicale Le Piccole Morti. Il progetto intende favorire la partecipazione culturale attiva e condivisa dei cittadini, stimolando una maggiore coesione sociale, attraverso lo sviluppo del museo come luogo di incontro e di scambio tra cittadini portatori di culture diverse. Per tutta l’estate sarà possibile prendere parte alle visite guidate al Nuovo Museo, firmato dall’architetto Italo Rota, e alle diverse esposizioni allestite all’interno del Palazzo dei Musei. Non mancheranno gli appuntamenti dedicati in particolare ai ragazzi e alle famiglie con letture, film, scoperte, visite guidate, passeggiate.

Infine dal 2 al 18 settembre, in occasione del Festival di Emergency 2022, sarà allestita la mostra ‘No more war’, un progetto artistico di Giles Duley ed Emma Francis sul rapporto tra guerra, violenza e violazione dei diritti.

L’estate dei Musei civici si concluderà il 30 settembre con l’inaugurazione dell’opera d’arte pubblica realizzata da Joan Fontcuberta ‘CuriosaMeravigliosa’.

Lo Spazio Gerra propone la consueta rassegna musicale estiva, giunta all’ottava edizione, Un giro (non solo) di jazz, a cura di Ics – Innovazione Cultura e Società, con concerti dal vivo, a ingresso libero, il giovedì sera alle 21.30. Quattro gli appuntamenti a partire dal 23 giugno con il Lara Luppi Daydream Quartet, per proseguire il 30 giugno con Toni Pastello – Raglia Napoli Live, il 7 luglio con aMAR trio e il 14 luglio con Three Generations.

Mercoledì 6 luglio (ore 21.30), Paolo Simonazzi presenta il libro Il filo e il fiume, in dialogo con Davide Papotti, Piero Orlandi e Giordano Gasparini. Il 13 luglio, invece, nel giardino Orti di Santa Chiara andrà in scena alle ore 21.30 lo spettacolo Danza città Danza – 40° del Let’s Dance a cura di Lorenzo Immovilli e Stefania Carretti; il 20 luglio, infine, il Teatro del Cigno presenta lo spettacolo ‘L’Analfabeta’.

L’estate non ferma il calendario Junior delle Biblioteche comunali, che propongono appuntamenti narrativi per i più piccoli, in particolare allo Spazio culturale Orologio, alla Biblioteca Panizzi, al Palazzo dei Musei e alla Biblioteca Santa Croce – Parco del Tasso.

All’Arena ex-Stalloni sono più di 70 gli appuntamenti da segnare in agenda, dal 14 giugno all’1 settembre. Film d’essai, anteprime, incontri con autori e registi che presenteranno i loro film nell’ambito dei cicli, assai noti agli appassionati e ospitati ora nell’arena ex Stalloni: Accadde domani (organizzato da Ufficio Cinema comunale in collaborazione con Arci Reggio Emilia e Fice Emilia-Romagna) e Cinema sotto le stelle, con film cult del cinema popolare italiano restaurati dalla Cineteca di Bologna, frutto della collaborazione tra Arci e Comune e con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

La programmazione ha preso il 14 giugno alle 21.30, si parte con Nutriti di Fragole. La Resistenza Verde di Paride Allegri Prima assoluta del film alla presenza degli autori a cura di Istoreco, Arci Reggio Emilia. Il film ripercorre l’azione di salvaguardia della natura di Allegri, che contribuì a trasformare Reggio Emilia in una delle città italiane più verdi degli anni ’80. Ingresso gratuito.

Il palinsesto di proposte per l’estate reggiana si arricchisce inoltre di tanti altri appuntamenti nei diversi luoghi della città e non solo.

Domenica 19 giugno, in piazza Prampolini (ore 21), va in scena il sesto Memorial Antonio Bonfrisco ‘Stravinsky… Chi?’, Concerto multimediale, combinazione di Musica, immagini, racconto a cura di Associazione Culturale Sgrintela. Nel cortile del teatro Piccolo Orologio, la compagnia Teatrale MaMiMò propone per tutta l’estate la stagione estiva Safari, con spettacoli, dj set e musica dal vivo. Si parte il 17 giugno con ‘Leviatano’, spettacolo rock che mescola realtà e finzione, anni ’90 e contemporaneità, teatro e concerto. Nei mesi di giugno e luglio, nel cortile del Teatro San Prospero, sono in calendario una serie di spettacoli all’aria aperta nell’ambito del progetto ‘On Art’, cui si aggiungono una serie di spettacoli di burattini per grandi e piccoli, a cura della Fondazione Famiglia Sarzi.

Da giugno a settembre associazione 5T, in collaborazione con Associazione Cinqueminuti, associazione Picnic!, Centro Sociale Orologio, Centro Sociale Il Carrozzone e Casa bettola, organizza in vari luoghi della città La città dei ragazzi 2022, eventi e spettacoli dedicati ai più giovani tra teatro, musica e circo.

All’azienda agricola biodinamica La Collina, dal 23 giugno all’8 luglio, a cura di CineClub Reggio, proiezione di film – tra cui ‘Repubblica Ossiura, la montagna anarchica’ e ‘Nutriti di Fragole. La Restistenza Verde di Paride Allegri’ – e di cortometraggi, l’estate del Reggio Film Festival alla Collina.

Torna Suoni dai balconi: tre appuntamenti – il 26 agosto e il 2 e 8 settembre – dai balconi nei quartieri e luoghi insoliti della città. Tutte le performance, a cura di Associazione culturale Pocket, sono alle 18.30.

Al parco delle Caprette, domenica 4 settembre, torna il Picnic! Festival: giunto alla tredicesima edizione, l’evento – promosso da Associazione Picnic!, propone laboratori e incontri dedicati al fumetto.

Dall’8 al 11 settembre, al parco del Popolo, torna l’appuntamento con il circo contemporaneo di Dinamico festival, promosso da Dinamica Aps: oltre agli spettacoli in programma nella quattro giorni, sono previsti una preview del festival il 7 settembre un ‘Intermezzo Dinamico’ il 14 settembre ai Chiostri della Ghiara, nonché un ‘Weekend Dinamico’ il 17 e 18 settembre tra il parco del Popolo, piazza della Vittoria e il Teatro Piccolo Orologio.

Infine, negli spazi all’aperto di Casa Cervi a Gattatico dal 7 al 25 luglio si terrà il 21° Festival Teatrale di Resistenza, rassegna di Teatro civile contemporaneo ideata e promossa dall’Istituto Alcide Cervi insieme alla cooperativa Boorea: sette spettacoli di altrettante compagnie teatrali da tutta Italia. Il 25 luglio, a conclusione della rassegna, è in programma la premiazione e la Storica Pastasciutta antifascista.

Eventi, laboratori e attività per trascorrere l’estate nei quartieri. Iniziative nuove in spazi conosciuti e quattro rassegne in luoghi restituiti alla città grazie alla collaborazione con i cittadini nell’ambito del progetto “QUA_quartiere bene comune”: questo e molto altro è ‘Belli freschi’, il cartellone di appuntamenti a cielo aperto che da metà giugno a metà settembre animerà vari quartieri di Reggio Emilia e quattro luoghi storici quali la Reggia di Rivalta, Palazzo Vecchio al Mauriziano, il Giardino officinale di Gabrina e Villa Levi. Quasi 150 gli appuntamenti che vanno a comporre un cartellone ampio e inclusivo, grazie alla collaborazione di alcune tra le più vivaci associazioni e realtà culturali cittadine.

Alla Reggia di Rivalta prende vita il cartellone del Festival nel parco, con sport e movimento all’aria aperta grazie ai corsi di Qi Gong, ai laboratori creativi per il benessere, Yoga dolce e stretching, la classica tortellata di san Giovanni, i laboratori per bambini. Tra le iniziative in programma MUNN – Urban Art Festival – Regeneratio (16 e 17 luglio), l’Esedra short Film Festival (30 Luglio e 1 Agosto), il Gran Gala’ sotto le stelle (10 Agosto), Cartoline da… Rivalta! (25 Settembre) e gli spettacoli: ‘Il buono il putto e il cattivo – tre uomini e..gh’in vin na gamba’, commedia dialettale in due atti del Teatro della Casca (22 giugno); ‘Dumélavinteduu (2022) – L’ anno che verrà’, percorso storico-culturale per raccontare come scorreva la vita nella famiglia contadina di tanti anni fa a cura di Accademia Artemisia Teater (18 luglio).

A Palazzo Vecchio al Mauriziano va in scena ‘Sotto le stelle di Ariosto’, cartellone di iniziative per tutte le età tra cultura, arte, musica, natura. Si parte domani, 15 giugno, con il Concerto per alberi del Teatro dell’orsa, per proseguire – tra le altre iniziative – con: la cena con delitto ‘A tavola con Orlando’ a cura di P.O.P. Arts (22 giugno); lo strampalato Circo Pippi, a cura di Teatro dell’Orsa in collaborazione con Almau (25 giugno); il concerto della Lûv folkband “I giorni della balena” (29 giugno); lo spettacolo teatrale itinerante per voci e musica dal vivo ‘Il castello dei destini incrociati’ a cura di Teatro dell’orsa in collaborazione con Almau (6 luglio); lo spettacolo delle Arti itineranti ‘L’Orlando Furioso’ a cura di P.O.P. Arts (9 luglio); lo spettacolo di danza contemporanea ‘Point Of No Return’ a cura di Compagnia Eidos Danza in collaborazione con Teatro del Cigno (10 luglio); lo spettacolo teatrale ‘Una Vita Un Istante’ tratto da “Le città invisibili” di Italo Calvino a cura di Compagnia Teatro del Cigno (13 luglio); I ‘Mauriziani’, tre giorni organizzati da P.o.p.Art dedicati al gioco (dal al 17 luglio); il 1° Festival dei Cori Multietnici e Interculturali dell’Emilia-Romagna a cura di Coro Interculturale di Reggio Emilia APS in collaborazione con Compagnia Teatro del Cigno APS e P.O.P. Arts APS ASD (11 settembre) e, infine, ‘Il teatro all’epoca del Covid 19’, il teatro forum strumento per gestire e risolvere un conflitto e altri stati d’animo a cura di Mondattivo.

La ‘Festa nel Giardino di Gabrina’ al Giardino officinale di Gabrina parte il 16 giugno con ‘Balliamo la pizzica’ in collaborazione con Sud in Canto e prosegue con: l’incontro ‘Erboristeria e cosmesi naturale’ con Ida Profanter Muramoto a cura di Radici del cielo aps e ristorante Un melo (18 giugno); ‘Mirabili insetti. Alla scoperta del mondo degli insetti e delle farfalle’ a cura di Guardie ecologiche volontarie – Massimo Gigante (23 giugno); Una serata a ritmo di swing a cura di Let’s Dance – Gruppo musicale Mulè (28 Giugno); ‘Land Art E Natura’, percorso di avvicinamento al mondo aut door attraverso lo sguardo e l’immaginazione con lo scultore Luca Prandini, a cura di L’Indaco Atelier di Ricerca Musicale ed Espressiva ETS (5 luglio); Al giardino sotto sera…, concerto con aperitivo a cura de L’Indaco (8 luglio); ‘Moltimondi – Racconti d’incontri. Storie ed immagini di altre culture e diverse abilità’ Performance di improvvisazione teatrale con APS Improjunior – Ass.ne Gramigna (9 luglio); il Laboratorio di Ceramica ‘Cluster In Cammino’ con Mimmo Spaggiari (12 luglio); il Laboratorio di teatro empatico “Improfamily”a cura di Aps Improjunior (3 settembre); le pratiche semplici per il benessere: qi gong, automassaggio e respirazione a cura di Radici del cielo APS in collaborazione con Ristorante Un Melo (10 settembre); la Festa d’autunno a cura di gruppo teatrale MaMiMò, L’indaco Atelier, Balinta Sarzi, Improjunior, Radici del Cielo (17 settembre) e l’incontro di Qi Gong e Macrobiotica in Autunno a cura di Radici del cielo APS in collaborazione con Ristorante Un Melo (24 settembre).

Torna il Festival nel parco a Villa Levi, per un’estate a base di musica, arte, natura, socialità. Non mancheranno i Live in Levi a cura di associazione Villa Levi con Senza_Cri (16 giugno), Auroro Borealo (23 giugno), Fabrizio Tavernelli e Felpa + il dj set curato da dj Rocca (30 giugno), Iside (7 luglio). Il 25 giugno prende il via la ‘Festa dei popoli’, danze popolari per tutti a cura di Terra di Danza (altre date in programma 14 Luglio, 1, 8, 15, 18, 22 Settembre). Dal 26 giugno appuntamento con il Picnic Elettronico, musica e punti food a cura di Villa Levi Ets (altre date 2, 10, 17, 24 e 31 Luglio, 21 e 28 Agosto, 4, 25 Settembre). Il 2 e 3 luglio Villa levi ospita ‘REmilia Pride Festival’, due giornate dedicate alla comunità LGTBQ+, dove si svolgeranno varie attività di sensibilizzazione e di intrattenimento a cura di Arcigay Gioconda. Sempre in tema di festival, il 9, 10 e 11 settembre torna ‘Birrette in villa’, festival dei birrifici artigianali a cura di Villa Levi Ets. Non mancheranno le attività all’aria aperta, tra cui lo Yoga in natura per adulti a cura di L’Arca in Movimento Aps e per i bimbi (22, 23, 27 e 30 Agosto, 3, 5, 6, 8, 10, 13, 17, 18 Settembre). Numerosi anche gli spettacoli teatrali e i laboratori, tra cui quello di Tiro con l’arco a cura di Villa Levi aps (18, 19, 27 Giugno); ‘Salvatico’, rito sensoriale collettivo a cura di Teatro del Cigno e L’Arca in movimento (16 luglio); le letture e lo spettacolo ‘Incantastorie. Rodari tra gli i rami’ a cura di Teatro dell’Orsa aps in collaborazione con Biblioteca San Pellegrino (21 luglio); ‘Vincent. Lettere dall’altra metà del cielo’ a cura di Teatro del Cigno (22 luglio); ‘Giovanni Falcone un uomo’, spettacolo teatrale a cura di Teatro dell’Orsa /23 luglio); “Il cammino della Postumia”, proiezione docufilm a cura di Teatro dell’Orsa in collaborazione con Artemide Film, un docufilm di Alessandro Scillitani, voce narrante Paolo Rumiz (30 luglio); l’Astronomia nel parco (11 agosto); l’appuntamento con le ‘Capriole tra i libri’ a cura di Biblioteca San Pellegrino – Marco Gerra (25 agosto); ‘l’Outdoor Education’ a cura di L’Arca in Movimento Aps (25 agosto, 1 e 15 settembre); e infine il triplice appuntamento in programma il 15 settembre con le iniziative dedicate alle danze dal mondo a cura di Terra di danza, (15, 18 e 22 settembre).

Oltre a questi Festival, caratterizzati dall’animazione di luoghi che gli Accordi di cittadinanza hanno reso agibili e fruibili dalle comunità, non solo di quartiere, Belli Freschi comprende anche una miriade, per un totale di quasi 150 appuntamenti diffusi un po’ in tutti i quartieri, grazie alla collaborazione tra cittadini e amministrazioni resa possibile dal progetto Quartiere, bene comune. Basterà controllare la guida stampata o il calendario on line per poter scegliere l’evento più interessante e più vicino a voi.

Spettacoli, laboratori, narrazioni, giochi e sport. Questo e molto altro è Estate popolare. La rassegna diffusa, completamente gratuita e pensata per un pubblico di tutte le età, si pone l’obiettivo di promuovere il protagonismo e la relazione tra persone, favorire il confronto interculturale e intergenerazionale, offrire una maggiore attrattività ai quartieri popolari della città per il benessere comune e per migliorare la qualità dell’abitare, nonché prevenire ogni forma di conflittualità. Per questo il Comune, insieme all’Azienda Casa, quest’anno ha voluto regalare ai reggiani un’Estate popolare ancora più grande: con 40 spettacoli tra circo, musica, danza, teatro, performance e narrazioni, un centinaio di incontri laboratoriali ad alto tasso di creatività e quasi 60 pomeriggi dedicati al gioco e allo sport. Tutto all’insegna della prossimità e della sicurezza. Info e programma su estatepopolare.it

Tra le iniziative in programma:

  • Aie Urbane, giochi, narrazioni e spettacoli con il luna park di legno di Officina Clandestina, le performance teatrali immersive “Porte sul cortile”, i concerti e gli spettacoli di circo di strada. In collaborazione con Dinamico Festival e Galline Volanti. Quartieri: Gardenia, Pieve e Via Fogliani.
  • Circo sotto casa. Spettacoli di clown e circo contemporaneo e laboratori di giocoleria ed equilibrismo, falegnameria e riciclo creativo per costruire insieme una platea mobile e portare dovunque spettacolo e cultura. In collaborazione con Compagnia Circolabile, Cooperativa Sociale Don Bosco, Cooperativa Sociale Coress. Quartieri: Compagnoni, Fenulli, Foscato, Rione Don Borghi, Santa Croce, Via Fogliani, Villaggio Stranieri, centro storico.
  • Long Playing, piccolo festival itinerante di musiche da banda, laboratori creativi e film sotto le stelle. In collaborazione con Arci Reggio Emilia, Circolo Pickwick, Associazione Tilt, Rulli Frulli Lab. Con la partecipazione della Folk band T. Candian di Montechiarugolo, del Corpo bandistico di Viano, della Banda musicale di Felina. Quartieri: Compagnoni, Foscato, Gardenia, Pieve.
  • Divino urbano. Palestra di pensiero in movimento per under 25: performance di danza e trap, laboratori di scrittura di testi trap, composizione musicale, fotografia e videomaking. In collaborazione con Associazione culturale Cinqueminuti, Natiscalzi DT, Accademia di Quartiere, Circolo Arci Fenulli Quartieri: Fenulli, Santa Croce, Via Paradisi, Villaggio Stranieri.
  • Il cerchio del mondo. Spettacoli teatrali, laboratori creativi e proiezioni di cortometraggi. In collaborazione con TeatrO dell’Orsa, Cine Club Reggio, Punto e a Capo. Quartieri: Foscato, Rione Don Borghi, Via Fogliani, Villaggio Catellani, Villaggio Stranieri, Centro storico.
  • Ridi-segno il mio quartiere. Spettacoli, animazioni teatrali e laboratori di disegno, fumetto e creatività. In collaborazione con Circolo Arci Picnic! e Associazione culturale 5T. Quartieri: Compagnoni, Fenulli, Gardenia, Pieve, Santa Croce, Rione Don Borghi, Via Zandonai, Villaggio Catellani, Centro storico.

Informazioni su Restate 2022: eventi.comune.re.it.

 

 

(14 giugno 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: