Pubblicità
25.1 C
Reggio nell'Emilia
25.7 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo

WP Briefing: Episode 80: Unlocking Your WordPress Potential with Learn WordPress Tools

Welcome to another episode of the WordPress Briefing! In this episode, your host, Josepha Haden Chomphosy, delves into the incredible resources available to help you broaden your WordPress expertise. Whether you're just starting out or looking to deepen your skillset, these tools and tutorials offer something for everyone. Join us as we explore how Learn WordPress can be your guide on the journey to mastering WordPress, providing invaluable support and community connections along the way.
HomeCopertina Reggio EmiliaA Rubiera contro le mafie con Giovanni Paparcuri

A Rubiera contro le mafie con Giovanni Paparcuri

Pubblicità
GAIAITALIA.COM REGGIO EMILIA NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Si chiude martedì 23 aprile la rassegna “Rubiera contro le mafie”. Protagonista dell’ultimo appuntamento (ore 21, Sala del Consiglio comunale di Rubiera) sarà Giovanni Paparcuri, ex autista del giudice Rocco Chinnici, a cui il Comune ha dedicato una via.

Scampato miracolosamente alla strage in via Pipitone del luglio 1983 a Palermo – dove oltre al giudice istruttore persero la vita due uomini della scorta, Mario Trapassi, Salvatore Bartolotta e il portiere dello stabile Stefano Li Sacchi – Paparcuri apre spesso così il suo dialogo con studenti e cittadini: “L’eroismo non esiste. Ma per essere onesti, ci vuole coraggio”. Quel coraggio che “per attaccamento alla divisa e per senso del dovere” mostrarono tutti gli uomini della scorta quando al giudice Chinnici – che, avvertito di un possibile imminente attentato, aveva chiesto loro di scegliere se cambiare incarico – tutti risposero che il loro posto era di restare accanto a lui. Due giorni dopo un’auto imbottita di 75 chili di tritolo, parcheggiata sotto l’abitazione del giudice, esplose causando la terribile strage da cui Paparcuri si salvò miracolosamente, pur rimanendo gravemente ferito, parzialmente protetto dalla blindatura dell’auto su cui il magistrato stava per salire. Da quel giorno l’autista di Chinnici si lega profondamente al pool antimafia di Falcone e Borsellino, tanto da lavorare al loro fianco, come addetto informatico, e averli anche come testimoni di nozze. Dopo il pensionamento, per dare maggiore slancio al suo impegno nella lotta alla mafia, avvia un’esperienza di testimonianza che ancora continua, incontrando studenti e cittadini del nord e del sud del Paese.

Quello di martedì sera a Rubiera – condotto dal giornalista Pierluigi Senatore – sarà dunque un incontro con un testimone speciale, un dialogo ricco di storia, di emozioni e tanti sicuri spunti per continuare la lotta per la legalità e la giustizia perché “anche facendo piccole cose, si può dare molto” e l’esperienza di Giovanni Paparcuri vuole proprio ricordarci che ognuno di noi può fare qualcosa.

La rassegna “Rubiera contro le mafie” è promossa dal Comune di Rubiera – con la cura scientifica di Rosa Frammartino e la cura organizzativa della Coop. Sociale L’Ovile – nell’ambito del progetto di pedagogia civica Legalità, etica & giustizia che si avvale di un contributo della Legge 18/20 della Regione Emilia-Romagna.

 

 

(22 aprile 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Reggio nell'Emilia
nubi sparse
26.1 ° C
27 °
21.9 °
45 %
0.9kmh
45 %
Lun
26 °
Mar
22 °
Mer
24 °
Gio
24 °
Ven
23 °
Pubblicità