Pubblicità
14.3 C
Reggio nell'Emilia
13.3 C
Roma
PubblicitàErickson 2023
PubblicitàLenovo
HomeNotizieIn auto con cutter, coltello e martelli denunciato dai Carabinieri

In auto con cutter, coltello e martelli denunciato dai Carabinieri

GAIAITALIA.COM REGGIO EMILIA NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Fermato alla guida della propria autovettura in occasione di un controllo stradale, dai carabinieri della tenenza di Scandiano, durante le procedure di identificazione manifestava un atteggiamento sospetto inducendo i militari ad approfondire i controlli. L’esito degli approfondimenti portava i carabinieri a rinvenire in varie parti dell’abitacolo armi bianche tra cui tre cutter lunghi sui 20 cm, un coltello di colore lungo 15 cm di cui 7 circa di lama, un martello con impugnatura in gomma lungo 29 cm e un martello con impugnatura in legno lungo 32 centimetri.

Nel corso degli accertamenti, i militari scandianesi, verificavano che l’uomo, era gravato dall’Avviso Orale, emesso dal Questore di Reggio Emilia, relativamente al quale veniva disposto finanche il divieto assoluto di possedere armi o strumenti con capacità offensive di qualsiasi genere. Per questi motivi con le accuse di porto di armi od oggetti atti ad offendere, e violazione delle prescrizioni alla misura dell’avviso orale i carabinieri della tenenza di Scandiano hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia, diretta dal Procuratore Calogero Gaetano Paci, un 42enne residente in un comune della bassa reggiana.

Gli accertamenti relativi al procedimento, in fase di indagini preliminari, proseguiranno per i consueti approfondimenti investigativi al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.

E’ successo l’altro ieri pomeriggio intorno alle 16.00, quando i militari della tenenza di Scandiano, nello svolgimento di un servizio perlustrativo, in via Via Bosco, a Scandiano, fermavano un’autovettura, procedendo al controllo. Alla guida un uomo di 42 anni, che alla vista dei militari, manifestava subito uno starno atteggiamento, destando sospetto nei militari operanti, i quali decidevano di approfondire il controllo all’abitacolo dell’autovettura.

 

 

(15 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità